home   chi siamo   come raggiungerci   orari   accesso utenti privati   inserimento nuovi clienti   spedizioni e costi 
login
password

R I C E R C A
titolo
autore
editore
isbn13  13chr
solo novità
solo varia
dalla data  
alla data  


C O N T A T T A C I
DMB srl
distribuzione libraria all'ingrosso

Via Beato Angelico, 21
20900 Monza

Tel. 039 2021797
Fax 039 2022213
Email info@dmb.it

P.IVA 00854660966

S E D E   S O C I A L E
Via Beato Angelico, 21
20900 Monza

R.E.A. 1153090 Milano
R.I. 26795 Tribunale di Monza

Cap. Soc. € 1.801.803,00 i.v.



 
 
Le vie della katana
 
Autore: Colaprico Piero
Isbn13: 9788807035975
 
Editore: Feltrinelli
 
Collana: I narratori
Genere: Gialli-horror-noir
 
Soggetto:
Curatore:
 
Dewey: LETTERATUR
Pubblicato nel: 2024
 
Tipo: in brossura
544 pagine
da cm 20 a cm 28
 
Disponibilità: 16
 
Prezzo: 0,00 €
 
Descrizione: Mettetevi comodi, perché in quest'ampia raccolta di racconti - come sempre nel miglior poliziesco - c'è da spasimare, ridere e pensare, mentre ci si immerge in tutta la complessità criminale, politica, sociale e psicologica degli ultimi cinquant'anni: la corruzione serpeggiante dalle forze dell'ordine alla politica, il ruolo dei servizi segreti in contesti nazionali e internazionali, la criminalità organizzata nel suo adattarsi al mutare dei tempi, l'immigrazione. Milano è l'ambientazione privilegiata, ma poliziotti e agenti segreti, malavitosi e nostalgici della lotta armata, politici e faccendieri, uomini e donne vessati alla ricerca di una qualche forma di riscatto raccontano l'Italia da Nord a Sud, tracciando la fitta trama geografica del Male e allargando le loro reti fino al Pakistan, alla Cina, perfino all'India di Salgari. Perché 'mille sono le vie della katana per trafiggere il cuore perverso'. Colaprico conferma la sua inventiva, in una varietà di toni dal serio all'ironico al disincantato, passando anche per accenti più intimi. Come ha scritto Carlo Lucarelli nella sua prefazione a Le vie della katana, 'in ogni racconto di questa raccolta c'è la conferma della sua capacità di usare le parole per definire e scolpire i meccanismi dell'anima non solo dei personaggi ma dell'ambiente in cui si muovono. I meccanismi più profondi e contraddittori del Male e della Mala, di oggi e di una volta, e delle Criminalità Organizzate. La violenza, la paura e l'inganno, il desiderio e pure l'amore. Poliziotti e carabinieri. Semplici cittadini. No, semplici no, anche quando lo sembrano'. 'Le vecchie bande a piramide, con capo e vicecapo e luogotenenti, sono scomparse. Ora ci sono le bande orizzontali, ogni boss cerca di allearsi con tutti i boss possibili, italiani e stranieri. Si copiano a vicenda. Impiegati del crimine. È un'epoca di mezzeseghe dovunque.'